Tagliolini ai Calamaretti

Il trucco sta nella cottura brevissima di calamari piccoli o calamaretti. Due o tre minuti a fuoco vivo di anelli sottili per avere tenerezza e profumo di mare garantiti !

Se li fate cuocere troppo diventano duri e gommosi.

Al Martini Dry potete sostituire un vino bianco secco e al peperoncino fresco, spesso difficile da reperire al nord Italia, potete sostituire quello secco.

I calamari, se non già puliti, li potete pulire come indicato in questo filmato. Evitate quei grossi anelli che vendono già tagliati sui banchi delle pescherie poichè troppo grossi e gommosi. Freschi o congelati mantengono il loro sapore con un rinforzo di pasta d’acciughe al posto del sale e brodo di pesce per completare la preparazione ed evitare che i tagliolini si incollino.

Come sempre il filmato per la realizzazione

Ingredienti per 4 persone

Tagliolini – Tagliolini Pasta g 250
Calamaretti  – Squids g 600
Olio EVO – Extra virgin olive oil qb qb
Aglio – Garlic pz 4
Peperoncino  – Chili Pepper qb qb
Pasta D’acciughe – Anchovies Paste qb qb
Dado di Pesce – Fish Stock Cube pz 1
Martini Dry – Dry Martini g 60
Prezzemolo – Parsley qb qb

Preparazione (Tempo necessario 15 minuti + il tempo per la pulizia dei calamaretti)

  • Mettere a bollire l’acqua per la pasta per poi salarla quando bolle
  • Pulite i calamaretti freschi o decongelati e tagliare ad anelli molto sottili
  • Pulite e tritate il prezzemolo
  • In una padella con poco olio (altro olio verrà aggiunto alla fine) imbiondire aglio a pezzetti
  • Aggiungere paio di fette di peperoncino fresco (o un pizzico di peperoncino secco) e la pasta d’acciughe.
  • Quando l’aglio è soffritto  buttare i calamaretti a saltare a fuoco vivo per 2 minuti
  • Spruzzare con il Martini facendolo evaporare
  • Aggiungere il brodo di pesce (o il dado con mezzo bicchiere di acqua) e spegnere il fuoco
  • Buttare i talgiolini e cuocerli per un tempo inferiore al normale (30-60 secondi in meno)
  • Riaccendere a fuoco vivo i calameretti buttando i tagliolini nel padellone
  • Fare saltare per qualche un minuto o poco più  e spegnere il fuoco
  • Aggiungere olio crudo, prezzemolo e servire
Annunci

Olimpica di Calamaretti

Le olive nere greche e calamaretti affettati che disegnano cerchi, hanno dato il titolo a questo piatto che propongo come secondo ma spesso utilizzo anche come antipasto. Se trovate calamaretti freschi del mediterraneo, come spesso mi capita al mare, ne sarete entusiasti. Purtroppo, la grande domanda di pesce, fa si che in assenza di rifornimenti vicini, ci si debba  accontentare di provenienze oceaniche dal sapore meno intenso.

In ogni modo il video è qui :

Ingredienti per 4 persone come secondo o 8 persone come antipasto

Calamaretti g 1200
Misto per soffritto congelato   (sedano carota cipolla) g 300
Vino bianco da cucina g 500
Olive greche g 100
Pomodorini g 240
Origano qb qb
Olio extravergine di oliva qb qb

Preparazione (circa 30 minuti)

  • Pulite i calamaretti (o fateveli pulire dal pescivendolo)
  • Mettete i calamaretti, il misto per soffritto nella pentola a pressione
  • Versate il vino bianco e un cucchiaio di sale grosso
  • Mescolate, chiudete la pentola a pressione e accendete il fuoco
  • Quando è in pressione, contate 2-3 minuti
  • Aprite, scolate i calamaretti e tagliateli ad anelli scartando le verdure
  • Tagliate i pomodorini e denocciolate le olive (se non già denocciolate)
  • In una terrina, mescolate i calamaretti, i pomodori , le olive con due pizzichi di origano
  • Condite con olio extravergine e aggiustate di sale